30% de rabais pour les 30 ans

Berna, una capitale tutta speciale

Trait d’union tra la Romandia e la Svizzera tedesca, Berna è una città che sa spingersi oltre le frontiere. Vedete come, e scoprite il fascino della capitale federale.

Sarà che i bernesi in Svizzera hanno la reputazione di essere lenti, ma non sembrano certo volersi affrettare a cambiare! Effettivamente, questa loro proverbiale flemma desta non poca invidia, visto che, a volersi concedere un po’ di tempo, la città e i suoi dintorni offrono tante cose da vedere e da fare. Seguiteci per fare un giro della Berna insolita, al di là delle imprescindibili mete che sono il Palazzo federale, la piscina del Marzili o la Marktgasse. Non c’è bisogno di andare lontano per fare alcune belle scoperte. Perché, come abbiamo visto, Berna è il ponte che permette di superare allegramente il «Röstigraben». Questo senso della comunicazione meriterebbe davvero un museo.

Ognuno è attore della comunicazione

Ecco un luogo che attira tutte le generazioni, tessendo un legame tra la storia e l’avvenire ed invitando ogni visitatore a fare le proprie esperienze. Benvenuti al Museo della Comunicazione, che ha ottenuto il premio del Museo 2019 del Consiglio d’Europa. La sua mostra permanente racconta l’attività della comunicazione attraverso tutte le epoche e sotto tutti i suoi aspetti, e risponde alle più svariate domande con spirito ludico, stimolando la riflessione. Su una superficie di quasi 2.000 metri quadrati, la mostra può essere visitata diverse volte, dato il gran numero di postazioni sperimentali. I bambini potranno scoprire le avventure di Ratatösk, lo scoiattolo della mitologia nordica che svolge il ruolo di comunicatore trasmettendo i messaggi sull’albero del mondo, più diversi altri giochi. Posta e trasporti, filatelia e telefonia, radio e televisione, computer e cultura digitale, di tutto e di più!

Il richiamo della street

A parte la solennità del Palazzo federale, Berna è una città molto moderna. Dodici mesi all’anno, qualunque sia la meteo, dei parchi urbani aspettano gli skater appassionati di «bowl» o «roll-in». Fra lo Sk8park situato nei pressi della stazione, il parco del Gaskessel o quello di Weissbühl, un po’ più decentrato, ce n’è per tutti i gusti. Gli uni amano un luogo decorato da numerosi tag, gli altri preferiscono una cornice più naturale.

Il Bantiger, l’altra vetta che sovrasta Berna

Il Bantiger (947 m) sembra vicinissimo… salvo quando si inizia l’arrampicata! Questa bella escursione in partenza da Bolligen o da Ostermundigen vi fa attraversare dei graziosissimi villaggi e offre stupendi panorami sulla città e le montagne. Sulla cima si erge un’antenna di 155 m, la cui piattaforma panoramica, a 30 metri, permette di ammirare le Alpi bernesi, la città di Berna, la catena del Giura e la valle dell’Emme.

Il caviale bernese

Per mettersi al verde in qualsiasi stagione partiamo in direzione della Maison tropicale di Frutigen, con la sua esposizione-scoperta, i suoi bacini di piscicoltura e il suo giardino tropicale. Qui si trova il primo allevamento alpino di storione, che produce caviale al 100% svizzero del marchio Oona. L’acqua a 18 gradi proveniente dal grembo del Lötschberg costituisce l’ambiente ideale per lo storione siberiano. L’acquario permette anche di ammirare in famiglia le specie ittiche locali. Questa stessa acqua serve a mantenere un clima tropicale nelle serre, che producono banane, papaie, manghi e molti altri frutti ancora. Cinque universi a tema che vi aspettano. Uno scenario inaspettato!

Autres bonnes adresses bernoises:

  • La Casa Novo è un ristorante diverso dagli altri, situato sui bordi dell’Aar. Fondato da Jesús Novo e dal figlio Dominik, propone specialità iberiche in una cornice incantevole. La cucina è accurata, sempre saporita, mentre la Vinoteca attigua serve tapas e vini fini. D’estate, i posti sulla terrazza che dà sul fiume sono particolarmente ricercati.
  • Se avete un debole per i dessert, non mancate la Gelateria di Berna. Questa catena ha quattro punti di vendita in città, dove troverete le creazioni dai gusti più originali: fragola-aceto balsamico, lampone-zenzero, mandarino-zafferano, pasta di mandorla-papavero… Per i vostri eventi, è anche possibile prenotare un tre-ruote refrigerato dai colori del marchio, che non passerà inosservato.
  • Zoom su un’azienda familiare creata nel 1886. Il salumificio Wüthrich propone favolose salsicce artigianali aromatizzate alla grappa o al whisky, ma anche una selezione di formaggi affinati, e persino un servizio catering. Il tutto alle porte di Berna, nel comune di Ostermundigen. La qualità dell’accoglienza del personale è compresa nel prezzo e si capisce subito che si ha da fare con degli appassionati.