30% de rabais pour les 30 ans

Intervista con Marc Balsiger, direttore di Dr.Meyer Immobilien

Marc Balsiger è il titolare della Dr.Meyer Immobilien, partner di privati, casse pensionistiche cooperative e altri investitori istituzionali. In occasione del 30° anniversario di SwissCaution, ha accettato di rispondere alle nostre domande.

 

Il Suo percorso professionale in poche parole?

Dopo i miei studi in economia, ho trovato un lavoro, un po’ per caso nel settore immobiliare. Ma i processi relativi a un progetto mi hanno talmente interessato che ho finito per conseguire un master in gestione immobiliare.

La Sua vision dell’avvenire?

Il fattore umano è al centro delle attività di Dr.Meyer, tenendo presente che avere un alloggio è un bisogno fondamentale che abbiamo tutti in comune. Consideriamo una fortuna il fatto di poter operare tutti i giorni per rispondere a questo bisogno. Vogliamo essere gli interlocutori privilegiati, a Berna e sull’Altopiano svizzero, dei nostri clienti e partner… vogliamo esserlo e rimanerlo.

I vostri valori?

Essere rivolti verso l’avvenire e il successo, cauti e rispettosi, competenti e coscienziosi. Sono i valori che i nostri stessi collaboratori hanno espresso durante un workshop. Questo approccio «bottom-up» deve fare in modo che ogni collaboratrice e collaboratore abbia, nel suo lavoro quotidiano, un’idea precisa nei nostri valori, che sono pertanto onnipresenti sul nostro sito e fanno parte di qualunque colloquio di presentazione.

Il futuro della gestione immobiliare: quali sono le sfide quotidiane che devono affrontare le vostre squadre?

La crisi del coronavirus ha ostacolato la nostra mobilità e, con il telelavoro, molti locatari trascorrono più tempo a casa loro. Anche se restare a casa propria fa piacere, rari sono gli alloggi che permettono di creare un vero ufficio indipendente.

Un’altra sfida, per noi, consiste nell’aiutare i nostri proprietari ad adoperare gli strumenti virtuali. Non vediamo l’ora di vedere i cambiamenti che opererà la nuova generazione di proprietari.

Un progetto strategico o un’innovazione di cui vorrebbe parlarci?

Abbiamo di recente proceduto alla dematerializzazione della posta in ingresso, che ci permette di ottimizzare i nostri processi riducendo notevolmente il margine di errore. La posta viene sistematicamente scannerizzata e quindi trasmessa al collaboratore competente. Una volta trattata la domanda, il processo viene archiviato elettronicamente: questo ci permette di creare uno storico per noi, ma anche per ogni proprietario, locatario e bene immobiliare, il che ci rende più efficaci nella gestione delle domande. Il nostro lavoro risulta più facile e i tempi di elaborazione sono stati ridotti.

Di quale area dei Suoi spazi di lavoro è più orgoglioso?

Occupiamo cinque piani di un immobile sulla Morgenstrasse. Il piano inferiore è dedicato ai nostri collaboratori: c’è una grande caffetteria, una cucina perfettamente attrezzata, con acqua minerale e caffè a disposizione, uno spazio lounge, una sala relax e un angolo giochi con tanto di freccette e calcetto, affinché ognuno possa distendersi ogni tanto.

Ma lo spazio più bello è senza dubbio la nostra hall d’ingresso, riallestita di recente: siamo molto felici di poter accogliere i nostri visitatori in una cornice rinnovata e più moderna.

Quali cambiamenti avete operato per migliorare il benessere dei vostri collaboratori?

La crisi sanitaria ha reso particolarmente importante il fatto di mantenere il legame tra tutti i collaboratori. Ed è quello che cerchiamo di fare, attraverso piccole attenzioni e riunioni di squadra organizzate regolarmente. Abbiamo pertanto messo a disposizione di ognuno, oltre ai normali dispositivi di lavoro in ufficio, una postazione di lavoro attrezzata di tutto punto con due grandi schermi.

Infine, per noi è molto importante che i nostri collaboratori seguano regolarmente delle formazioni, per la massima soddisfazione sia loro che dei nostri clienti.

 

Da quando siete partner di SwissCaution?

Quando sono entrato a far parte della Dr.Meyer, dieci anni fa, la società lavorava già con SwissCaution. Swiss Caution ha saputo dimostrare che la sua era una proposta seria e altamente professionale, sia per il locatario che per il proprietario. Le sue soluzioni si sono sviluppate e perfezionate nell’arco degli anni.

Com’è nata la vostra prima relazione di lavoro? Questa collaborazione è esclusiva?

Lasciamo ai locatari la scelta del sistema che preferiscono per versare la loro garanzia. Quando ci pongono la domanda, noi suggeriamo SwissCaution, naturalmente.

Quali sono i vostri punti in comune con SwissCaution?

Ce ne sono molti! La professionalità, la qualità del servizio reso, la consulenza personalizzata, la semplicità nella presa di contatto, i vantaggi del prodotto, la sicurezza e, naturalmente, la fiducia.

Cosa apprezza maggiormente di SwissCaution?

Apprezziamo soprattutto la sua affidabilità e la sua professionalità. In caso di sinistro, SwissCaution garantisce un pagamento affidabile ed efficiente.

Cosa La spinge a proporre la garanzia SwissCaution ai Suoi futuri locatari?

Questa garanzia offre a noi, nonché ai locatari, la stessa sicurezza di un deposito bancario, con l’unica differenza che i fondi non sono bloccati e che pertanto possono servire a finanziare un progetto personale.

Questo servizio si rivolge ai suoi clienti privati o commerciali?

Seguiamo un gran numero di clienti privati, a cui proponiamo, se necessario, la garanzia di SwissCaution.

Qual è il Suo più bel ricordo di un’escursione in Svizzera con il Suo ufficio?

Organizziamo eventi ogni anno: un anno per l’insieme del personale, e l’anno dopo per il management.

Nella primavera del 2020, abbiamo approfittato della fine del lockdown per organizzare delle «Olimpiadi campagnole» per tutto il nostro personale, in un paesino dell’ovest di Berna. Ha fatto molto bene al team.

Qual è la personalità svizzera che La ispira di più nella Sua vita professionale?

Quando ero giovane, sono rimasto conquistato dallo stile anticonformista di Nicolas Hayek. È lui che ha contribuito a riformare l’industria orologiera svizzera allora pericolante. La situazione sembrava addirittura disperata. Se la Svizzera è ridiventata leader mondiale del settore verso la metà degli anni 1990, direi che è in gran parte grazie a lui.

Qual è il luogo distensivo in cui preferisce recarsi nelle vicinanze dell’ufficio?

D’estate, ci piace andare a ritrovarci per pranzo o dopo il lavoro al Weyerli, la leggendaria piscina allo scoperto, oppure sulle rive dell’Aare.

Una scoperta da fare nella Sua regione?

Il vecchio centro di Berna vale il viaggio: pullula di posticini da scoprire e mischia le influenze più disparate.

Ritratto

Campi di attività/specialità: locazione, acquisto, gestione immobiliare, valutazione e vendita, gestione di lavori, finanziamento, gestione di portafogli, commercializzazione

Regioni coperte: Berna e Altopiano essenzialmente

Organico: 90 persone, di cui cinque con mansioni dirigenziali

Fondatore: Dr Ludwig Meyer

Anno di creazione: 1977

Principali date: 2021, perché viviamo nel presente e siamo rivolti verso l’avvenire.