30% de rabais pour les 30 ans

«La prossimità e il legame con il cliente sono i valori su cui si fonda il nostro credo aziendale.»

In occasione del suo 30° anniversario, SwissCaution vi presenta alcuni suoi collaboratori. L’opportunità di conoscere meglio gli uomini e le donne che, uniti in un team motivato e impegnato, fanno di SwissCaution un fornitore riconosciuto e apprezzato! Quattro collaboratori si sono prestati al gioco, cosa non sempre facile quando si è abituati a lavorare nell’ombra…

Salve! Incominciamo a fare le presentazioni.

Beat ha festeggiato in aprile i suoi cinque anni all’interno di SwissCaution. Dirige il team della Svizzera tedesca ed è incaricato dei clienti strategici (aziende con più filiali).
Mehtap ha integrato il team due anni e mezzo fa. È l’unica donna, e questo ruolo le calza a pennello! È incaricata dei clienti della regione di Zurigo, Argovia e Svizzera centrale.
Zoran è stato assunto nel servizio itinerante alla fine del 2018. Visita i suoi clienti in Svizzera orientale (Winterthur, Coira e cantoni di Sciaffusa, Turgovia, San Gallo, Svitto e Glarona).
Ernö è entrato a far parte di SwissCaution a metà 2019 e si è immediatamente integrato alla squadra. Si occupa dei clienti dei cantoni di Basilea città e Basilea campagna, Soletta, Berna, Friburgo e Vallese (zone germanofone).

 

Mehtap, Beat, Ernö e Zoran, descriveteci un po’ il vostro lavoro quotidiano.

L’immobiliare è un settore molto diversificato e la grande diversità dei nostri clienti ci permette di avere interazioni sempre diverse e appassionanti. È un’esperienza che ti arricchisce! A livello interno, la qualità del lavoro di squadra e dello spirito di squadra è decisiva nel quotidiano. Perciò facciamo molta attenzione a questo aspetto. Ci riteniamo fortunati di poter contare su questi scambi regolari.

Da un certo tempo si osserva una tendenza, da parte della gente, a tralasciare i depositi bancari classici a favore della garanzia d’affitto. La soluzione proposta da SwissCaution è molto interessante per i giovani, che spesso preferiscono poter disporre del loro denaro piuttosto che bloccarlo su un conto, sia per fondare una famiglia che per offrirsi delle vacanze o acquistare l’auto che desiderano. È anche il segno di un’evoluzione.

Come si svolge il vostro lavoro quotidiano?

Zoran e Ernö parlano della stretta collaborazione con i partner e l’amministrazione: «Operiamo nel cosiddetto B2B e ci occupiamo della formazione delle agenzie presentando loro i nostri prodotti e servizi in modo dettagliato. Saranno poi loro a proporli ai loro locatari». Mehtap precisa che i dipendenti di un’agenzia possono registrarsi sul sito di SwissCaution per usufruire delle diverse applicazioni o dei dati clienti per, ad esempio, stilare o disdire un contratto, iscrivere nuovi locatari o gestire un reclamo. «Siamo noi ad amministrare questo portale. Siamo a loro disposizione per qualsiasi domanda.  Peraltro, ci rechiamo regolarmente in visita dai nostri clienti per spiegare ogni evoluzione o presentare loro una panoramica generale dei nostri servizi.  Proponiamo una garanzia per clienti istituzionali o privati in funzione delle necessità». Beat sottolinea che il team assiste anche le agenzie in caso di sinistro: «Quando un inquilino lascia dietro di sé un alloggio in cattivo stato, è a SwissCaution che spetta occuparsene. Contattiamo l’agenzia per fare il punto del problema e determinare chi deve risolverlo. Abbiamo un budget che ci permette di effettuare un pagamento in via amichevole in casi eccezionali, ma di regola è il nostro servizio Sinistri che se ne occupa».

Qual è l’aspetto della vostra attività che vi piace di più?

Per Mehtap, sono le visite ai clienti: «Oltre alle formazioni che organizziamo con i responsabili o la direzione, la qualità della relazione con i nostri clienti è primordiale. Per questo andiamo regolarmente a trovarli, per scambiare idee, capire le loro attese o semplicemente bere un caffè insieme. È sempre molto gradevole, e alcuni di loro li conosciamo da moltissimo tempo. Quello che ci piace, anche, è il fatto di poter programmare noi stessi i nostri appuntamenti. È molto apprezzabile poter organizzare la propria agenda come si vuole».

Quali sono, a vostro parere, i punti salienti dell’evoluzione di SwissCaution da quando vi lavorate?

Zoran: «L’azienda si è fortemente sviluppata (servizi commerciali sedentario e itinerante, ma anche servizio Sinistri). L’attività aumenta a tutto spiano!» Beat aggiunge che il fatturato e il numero di clienti sono enormemente progrediti in questi ultimi anni, in Svizzera tedesca: «Abbiamo funzionato in tre fino alla fine del 2019, poi siamo passati a quattro. Questo ci permette di rinforzare i nostri servizi e migliorare ulteriormente l’assistenza al cliente».

Ernö apprezza la transizione verso il digitale e la progressiva scomparsa della carta. Le stesse agenzie fanno pressione in questo senso. «Quindi abbiamo dovuto reagire e promuovere la digitalizzazione, per rispondere alle loro attese. La pandemia non ha fatto altro che accelerare questo processo, in particolare con il passaggio al telelavoro, che funziona molto bene. Il nostro team lavora essenzialmente a domicilio in questi ultimi tempi, anche se ci capita di passare una giornata in ufficio a Zurigo o a Berna per una riunione. Ma l’80 % del nostro tempo lo trascorriamo per strada o presso il cliente».

Beat osserva tuttavia che questa nuova situazione rappresenta una sfida: «Nel nostro lavoro, il contatto personale con il cliente è essenziale, anzi indispensabile. Lavorare da casa propria complica un poco le cose». Tutti sono concordi nel dire che una videoconferenza o un caffè virtuale non potranno mai sostituire un incontro “in carne e ossa”.

Avete partecipato a un progetto o a una formazione che vi ha aiutati nella vostra attività in SwissCaution?

Alcune formazioni sono organizzate dalla SVIT e vi partecipiamo regolarmente.

Abbiamo, naturalmente, assistito a formazioni di vendita esterne, ma è stato necessario adattare la loro messa in opera quotidiana affinché i clienti non se ne accorgessero! Lavorare nella vendita è molto speciale. Per noi, o sei nato per fare questo, oppure no. È qualcosa che si ha nel sangue. Progetti e formazioni interne sono anche organizzati presso la sede di SwissCaution, a Nyon.

Appunto, come lavora la vostra squadra nell’ambito di questa azienda?

Ernö spiega che gode di una certa libertà: «Abbiamo un buono spirito di squadra, un buon clima di lavoro e riusciamo perfettamente a risolvere i problemi tra di noi». Beat aggiunge: «Siamo in quattro per la Svizzera tedesca e ci consultiamo regolarmente sugli affari correnti. Abbiamo anche una piattaforma di comunicazione interna che ci permette di informarci sul resto dell’azienda o sulla nostra casa madre, il Groupe Mobilière».

Un ricordo condiviso con i colleghi?

Gli eventi organizzati da SwissCaution (visite allo zoo, circo Knie, Das Zelt, festival dell’Umorismo di Arosa, etc.) sono altrettante occasioni per consolidare i legami con i clienti ma anche per scambiare idee e fare meglio conoscenza. Questa prossimità facilita notevolmente la collaborazione. Beat osserva che «alcuni eventi sono organizzati di nostra iniziativa mentre altri sono organizzati dalle agenzie o dalle amministrazioni condominiali per esempio, e i collaboratori di SwissCaution. L’organizzazione di questi incontri è una cosa molto motivante e apprezziamo molto il fatto di poter trascorrere un momento simpatico con i nostri clienti. Il servizio itinerante e la direzione sono peraltro presenti».

Mehtap si ricorda «un’escursione a Engelberg, ottima occasione per rinsaldare i legami all’interno del team».

Beat: «Siamo anche andati a giocare al golf, una volta. Cerchiamo di organizzare regolarmente qualcosa. È ancora più importante in un momento di home working generalizzato».

Le nostre uscite in gruppo (golf, gite, aperitivo o cena) ci fanno bene e sono un modo di evadere dalla routine quotidiana.